Medicina Interna


 Informazioni

  • +39 0421 33 85 80
  •  lunedì - venerdì 15.00 - 17.00
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ambulatorio
Medicina Interna


Sempre più persone desiderano ricevere una visita medica approfondita. Pur avendo cercato di trovare soluzione ai propri disturbi non ritengono di aver avuto un approccio appropriato alla propria patologia. Non si sentono pertanto in una condizione di tranquillità e sicurezza.

In Casa di Cura Rizzola questa esigenza viene presa in carico dal Prof. Andrea Semplicini, già Primario medico e Professore di Medicina Interna all'Università di Padova.

Prof. Andrea Semplicini


  • Oggi responsabile della UF di Medicina e Geriatria della Casa di Cura Rizzola, è specialista in Medicina Interna, in Farmacologia Clinica e “Specialista dell'Ipertensione Arteriosa” della Società Europea dell'Ipertensione Arteriosa

    È stato Primario medico e Professore di Medicina Interna e Medicina d'Urgenza dell'Università di Padova ed ha ricoperto importanti ruoli in Società Scientifiche Nazionali ed Internazionali. Ha al suo attivo oltre 300 pubblicazioni ed oltre 400 comunicazioni a Congressi Nazionali ed Internazionali sull’approccio globale alla cura dei pazienti ipertesi ed a elevato rischio cardiovascolare.

    Medico riconosciuto in campo internazionale per la gestione integrata della diagnosi e della terapia dell'ipertensione arteriosa e delle malattie ad essa collegate: malattie cardiache e cerebrali, scompenso cardiaco, malattie renali, ormonali e del metabolismo, diabete, ipercolesterolemia. cardiovascolare.

      Titoli di specializzazione
    • Specializzazione in Medicina Interna conseguita presso l'Università degli Studi di Padova nel 1979;
    • Specializzazione in Farmacologia Clinica conseguita presso l'Università degli Studi di Padova nel 1983;
    • al 1992 Professore Associato di Medicina Interna e Medicina d'Urgenza presso l'Università di Padova;
    • Hypertension Specialist della Società Europea dell'Ipertensione Arteriosa;
    • Idoneità a Professore Ordinario di Medicina Interna (2013).
      Laurea e abilitazione
      Laurea: 12/07/1974 - Università degli Studi di Padova
      Abilitazione: prima sessione 1975 - Università degli Studi di Padova
    • Iscritto all'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (FNOMCeO) della Provincia di Padova
    • Posizione numero: 3272

Professionista di grande esperienza acquisita in importanti reparti di degenza è in grado di eseguire una visita ambulatoriale accurata con un approccio di alta professionalità per patologie anche importanti.

La visita ambulatoriale viene eseguita seguendo tipicamente i criteri di:


    1. Raccolta dei dati del paziente
      (anamnesi familiare, anamnesi remota, anamnesi prossima)
    1. La visita vera e propria (esame obiettivo)
    1. Eventuali approfondimenti strumentali (esami di laboratorio, radiografici, endoscopici, ecc.)
    1. Eventuali consulti con specialisti specifici (cardiologo, gasroenterologo, endocrinologo, ecc.)
    1. Tutto questo per arrivare alla formulazione della DIAGNOSI che è l’ aspetto più importante.
    1. La terapia, conseguente alla diagnosi, viene indirizzata dall’ esperienza clinica maturata nei reparti di degenza e deve essere specifica in base alle caratteristiche individuali del paziente.

L’attività principale della Medicina Interna è identificare i problemi del paziente, impostare il percorso diagnostico e quello terapeutico, nel rispetto dell’autonomia e della dignità del paziente.

Il Professor Semplicini si prende cura in particolare del paziente complesso. Questo è frequente nell'anziano fragile che oltre, ai problemi connessi all'età, ha contemporaneamente più malattie croniche

Aree ambulatoriali
di specifico interesse



  • L’aumento della pressione o ipertensione arteriosa è nella maggior parte dei casi “essenziale” ed origina dalla interazione tra predisposizione ereditaria e fattori ambientali (attività fisica, peso corporeo, consumo di sale, stress…). In alcuni casi, è causata da alterazioni ormonali, renali, vascolari.

    L’ipertensione arteriosa favorisce la comparsa di complicazioni cardiache (scompenso cardiaco, cardiopatia ischemica, fibrillazione atriale), vascolari (malattie cerebrovascolari come ictus ischemico ed emorragie cerebrali, aneurismi aortici, arteriosclerosi delle arterie renali e degli arti), insufficienza renale e problemi cerebrali.

    L’ipertensione arteriosa può essere prevenuta e curata con provvedimenti di stile di vita (calo di peso, riduzione del consumo di sale, aumento della attività fisica) e con farmaci da assumere con regolarità.


  • L’arteriosclerosi, è un’alterazione delle arterie causata da processi infiammatori in grado di danneggiare lo strato interno delle arterie, che di conseguenza perdono la loro elasticità e si ispessiscono.

    Un accumulo di colesterolo LDL e di calcio determina il formarsi di placche arteriosclerotiche in grado di restringere il lume dei vasi sanguigni. Questo comporta la riduzione dell’apporto di ossigeno e sostanze nutritive ai tessuti e agli organi a valle di queste alterazioni. Se le placche si rompono, nel punto di rottura si formano coaguli di sangue che possono bloccare completamente il flusso sanguigno.

    Le manifestazioni cliniche della arteriosclerosi comprendono malattie del cuore (infarto, angina pectoris, scompenso cardiaco), del cervello (ictus ischemico ed emorragico), la vasculopatia periferica, l’insufficienza renale, la demenza vascolare arteriosclerotica.

    I principali fattori di rischio che inducono l’ arteriosclerosi sono correlati allo stile di vita: fumo di sigaretta, ipertensione, livelli elevati di grassi e di glucosio nel sangue.


  • Le malattie cerebrovascolari sono quelle malattie del cervello causate da alterazioni delle arterie cerebrali spesso di tipo cronico.
    Vi possono essere ischemie di tipo acuto da riduzione dell’arrivo di sangue per occlusione di una arteria ed emorragiche per una rottura di un’arteria.
    I principali fattori di rischio correggibili per le malattie cerebrovascolari sono l’ipertensione arteriosa, il fumo di sigaretta, l’aumento dei grassi circolanti, il diabete, la fibrillazione atriale.


  • Lo scompenso cardiaco è la condizione nella quale il cuore non riesce a pompare una quantità di sangue sufficiente a tutti gli organi e tutte le parti del corpo.

    Può comportare accumulo di liquidi e produrre danno alla funzione degli altri organi (reni, intestino, cervello, polmoni). L'insufficienza cardiaca è una condizione molto comune, che giunge ad interessare oltre il 5% delle persone che hanno più di 70 anni.

    Nella maggior parte dei casi, si tratta di una condizione cronica, che deve essere seguita e curata per tutta la vita. Per il coinvolgimento di tutti gli organi vitali, è quanto mai importante un approccio integrato che tenga presente la prognosi, le aspettative, i sintomi e gli effetti favorevoli ed indesiderati della terapia


  • La sincope chiamata anche “svenimento” o “lipotimia” e è un’improvvisa e transitoria perdita di coscienza, con recupero spontaneo, causata da una riduzione improvvisa del flusso sanguigno al cervello. Si associa a manifestazioni neurovegetative quali nausea, sudorazione fredda, peso epigastrico, ecc. Questi sintomi possono essere seguiti dalla compromissione dello stato di coscienza e quindi da caduta a terra.

    L’insieme di sintomi che precedono talora la sincope, viene definita presincope ed è caratterizzata da fiacchezza intensa, sudorazione fredda, pallore, annebbiamento della vista, nausea e disturbi di stomaco, difficoltà a mantenere la stazione eretta.

    La sincope può essere dovuta ad una varietà di cause. Le forme principali sono: le sincopi neuromediate (vasovagale, senocarotidea, situazionale), le sincopi ortostatiche, le sincopi di origine cardiaca (aritmiche o meccaniche) e le sincopi cerebrovascolari. Si devono distinguere le vere sincopi da altre forme di perdita di coscienza improvvisa come crisi ipoglicemiche, crisi epilettiche, ictus cerebrali.

Le visite del Prof. Andrea Semplicini
si svolgono in libera professione

Indirizzo

  • Casa di Cura Sileno ed Anna Rizzola
    Via Gorizia, 1
    30027 San Donà di Piave

Casa di Cura Rizzola
All Rights Reserved